Tags

Parole che fuggono

dai confini di un foglio,

per dipingere un quadro lasciato in sospeso.

Con pennellate colme di colore

a riempire il tratto,

conosciuto,

deciso,

di un disegno in bianco e nero.

Parole che vestono di nuovo,

che spazzano il nero,

ed il bianco.

Parole che piangono,

che urlano,

che sognano,

che vibrano.

Quelle parole che stringo

nel palmo della mano,

che rileggo,

e ancora,

le porto con me

e vivono.

Advertisements