Tags

,

63516_10200987241591226_1664304223_n

Riesco a sentirmi in colpa.

In colpa per questa creatura, la mia, che trascuro nella spensieratezza.

Ci sono periodi in cui non riesco a scrivere i miei dialoghi surreali, o le favole…riesco a malapena ad affrontare qualche acrostico o gioco di parole generico.

Sento il bisogno di dedicarmi alla poetica…di riversare il mio mondo interiore (piuttosto complesso e travagliato) in poesia, forse perché la ricerca di uno stile permette in parte di dare ordine ai pensieri, e di evitare per un attimo il caos.

Ecco…credo di aver bisogno ogni tanto di fare un “cambio di stagione” mentale…un aggiornamento…per cercare di capire la dinamica della mia testa. Vorrei essere sempre in condizione di filtrarmi con ironia, ma è difficile quando la trama del filtro è così fitta da non lasciar intravedere nessuno spiraglio di sarcasmo.

E poi capita che non ti riconosci, che vorresti respirare ma non puoi, che vorresti urlare e non riesci a farlo, che vorresti prendere a schiaffi e far aprire gli occhi ma non trovi il coraggio…forse per paura di perdere anche quel poco che hai…e ti accontenti, e vai avanti, e speri….

Speri che un giorno (domani)  le tue parole in poesia diventino vita, diventino realtà, e che riuscirai a tirare fuori la prosaica ironia dalla naftalina.

Advertisements