Tags

, , , ,

Aprirono la porticina gli intrepidi nani, e cosa videro??

Una ragazza gigantesca stava pulendo il salone, armata di ramazza e stracci.

Si avvicinarono piano per non farsi notare, e tirarono a sorte per chi dovesse rivolgerle la parola e chiederle cosa ci facesse lì.
La solita sfiga di Cucciolo, fece si che toccasse a lui l’arduo compito.

Tra parolacce in nanese e incitamenti dei compagni, si fece coraggio, e.. “Ehi tu, chi sei??”
“Cenerentola”…rispose lei nemmeno troppo turbata.
Lineamenti aggraziati, bionda, occhi azzurri, decisamente attraente ma inspiegabilmente a casa loro.
” E cosa ci fai in casa nostra?”

Una storia sbagliata la sua…nata dalla smania di possedere calzature stravaganti.
Ed ecco che anche nelle favole, l’accostamento donne/accessori diventa un cliché.
Ma si può decidere di sposare uno, solo perché ci ha ritrovato una scarpa di cristallo?
Forse l’assenza del padre e la competizione materna, l’avevano spinta a cercare una figura protettiva e piena di attenzioni, uno in grado di girare il mondo per riportarti una scarpa.
E che succede quando ti accorgi che nella vita oltre le scarpe c’è altro?
Succede che il buon principe nel frattempo aveva provveduto a rimpiazzare la poverina con una certa Bella Addormentata, che scarpette o no, era forse più adatta al ruolo.

Dunque Cenerentola, cacciata da casa Azzurro, iniziò a vagare nei boschi fino ad approdare a quella piccola casetta sperando di trovare un accoglienza decente e magari un nuovo principe.

Il percorso nel bosco fu lungo e non pieno di perigli.

Cose strane accaddero.

A qualcun altro è mai capitato di incontrare un coniglio bianco con panciotto e orologio, che ti chiede di seguirlo a casa sua??
(senza alcol e senza droghe, intendo)

Ecco, alla povera Cenerentola accadde anche questo, e con la testa in preda alla delusione sentimentale, decise che niente poteva essere peggio di una favola infame che ti illude di felicità, e così iniziò a seguire il coniglio.

Correva la bianca lepre, e diceva di essere in ritardo per qualcosa…e Cenerentola sempre dietro lo pregava di aspettarla.
Ma il coniglio correva, e correva, e dopo aver fatto per tre volte il giro dello stesso albero, realizzò che si era perso.

TO BE CONTINUED….

Advertisements