Tags

, , , , ,

Vorrei essere un abbaglio di luce,

talmente forte da far male agli occhi,

e accecherei forse

per costringerti a vedere.


E sarei lampo allora,

e aspetterei il tuono

sulla scena di un roboante spettacolo.


Si aprirebbe il sipario,

saette e fragore

danzerebbero rabbiosi

in un’armonia frenetica di battere e levare.


E sono inquieta luce.

E sono vibrante rumore.

Guardami.

Ascoltami.

Advertisements