Tags

, , , ,

Elabori sciarade di rabbia

nello spazio stretto di una pagina.

Unisci puntini sparsi

per dare forma all’assurdo.

Riempi caselle bianche

per scomporre inutili schemi.

E vorresti

riscrivere i rebus,

ricucire intarsi,

cantare di universali anagrammi

come poesie di intrecci bifronte

in versi incrociati.

E ti perdi nelle soluzioni. 

Advertisements