Tags

, , ,

Sorrideva
consapevole del vuoto,
con sarcasmo adagiato in punta di lingua
di rosso cinismo dipingeva le labbra.

Osservando
quelle finte costruzioni di pensieri
crollare al primo chiaro di luna,
senza nuvole di protezione.

Da lontano
ammirava quei giri di Valzer su musiche latine,
ascoltava rumori coprire dignitosi silenzi,
raccontava di profonde ovvietà,

– E sorrideva –

Advertisements