Tags

, , , , , ,

Non voglio rubare il mestiere a Johnny Palomba, ma mi scappa una recensione, non riesco a trattenerla.

Ieri sera ho visto RUSH, e sono contenta di averlo fatto.
Ero un tantino scettica visti gli attori, e Thor nei panni di James Hunt non riuscivo davvero ad immaginarlo, non tanto per la fisicità vichinga quanto per l’inespressività dell’attore.
Trovo infatti che la mono-espressione in un attore sia causa di mancato carisma e di assenza di fascino, vedi Brad Pitt che se fosse dotato di almeno altre due o tre varianti di mimica facciale sarebbe decisamente più incisivo.
In questo caso sbagliavo.
Thor mi è proprio piaciuto, ho scoperto che sa recitare e che di espressioni ne ha diverse, al contrario l’attore che interpreta Lauda l’ho trovato piatto come pochi.
In molte scene mi è sembrato quasi passasse di lì per caso mentre giravano un film.
Ovviamente il mio è un parere del tutto personale che esce fuori da qualsiasi volontà di critica o giudizio, sono sensazioni e vibrazioni.
Ci tenevo a consigliarlo a voi amici Bloggari, perché è un bel film diretto da un grande regista, e pur essendo una produzione Hollywoodiana è stato bellissimo vedere che finalmente questi americano hanno capito la dinamica degli incidenti stradali.
Parte del mio scetticismo infatti era dato dal presentimento che in pista potessero verificarsi quegli scontri da inseguimenti esagerati “american style” in cui le auto prendono fuoco all’istante e fanno salti di chilometri nonostante vadano a velocità modesta, e invece NO!
Ron Howard ha dimostrato di essersi veramente documentato, e di aver studiato un po’ le gare di F1, ed il risultato è un film notevole che si lascia guardare fino alla fine pur svolgendosi sempre sull’asfalto.

Advertisements