La cara Diemme ha centrato il punto.

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

dont t like

Da qualche giorno imperversa in rete una discussione sull’uso dei “Mi piace” (o “I like”, a seconda della lingua in cui è impostato il blog).

Intervengo dall’amica Dupont da cui lascio questo commento:

Della serie “Il mondo è bello perché è vario” io adoro gli I like – metterli e riceverli – e francamente non ci ho mai pensato che qualcuno potesse metterli senza neanche avere letto il post (quale sarebbe poi il senso?).

Il lettore lo uso poco, io le notifiche degli articoli le ricevo via e-mail, e infatti ho l’e-mail intasata, non faccio altro che aprire e-mail, e leggere, leggere, leggere…. Quando arrivo a leggere, non sempre ho qualcosa da aggiungere, e allora il mio “I like” signfica “ci sono, ti seguo, ho letto quello che hai scritto e l’ho apprezzato”.

Sono perfettamente d’accordo con quello che ha scritto Goldie da Arthur, che qui per praticità…

View original post 571 more words

Advertisements