ADDIO PHILIP SEYMOUR HOFFMAN – 2 febbraio 2014

Lo so che ne parleranno riviste, e ci sarà la solita retorica della vita bruciata, di un privilegiato che ha sprecato il suo talento, ecc.
Tutto vero, per carità, ma fosse così facile.
La verità è che nessuno potrà mai capire veramente cosa contiene l’animo di chi convive con noi su questa terra.
La verità è che un uomo straordinariamente talentuoso è morto per una ricaduta nell’eroina dopo ventitré anni di sobrietà, lasciando compagna e tre figli, e non credo possa semplicemente definirsi una morte prevedibile
Overdose o meno, è una battaglia non vinta contro un male di vivere troppo forte.
Anche questo post rientrerà sicuramente nell’insieme di quelli che riempiranno il mondo di parole inutili, ma è il MIO post, e nel MIO Blog io voglio salutare un personaggio che ho amato infinitamente in ogni apparizione cinematografica.
Non sono mai stata delusa da una sua interpretazione, anche nei ruoli secondari toglieva spesso luce ai protagonisti.
Un grande attore dotato di carisma e teatralità unici, e mancherà al cinema, e mi mancherà.

Dunque al coro unisco il mio addio.

RIP, Philip Seymour Hoffman….e Grazie.

Advertisements