Tags

, , , , , ,

Questo post è un tributo personalissimo ad una commedia che da “giovane” ho visto a teatro, e che ho amato anche nella trasposizione cinematografica.
Un cast strepitoso di attori all’epoca emergenti, tra cui Enrico Lo Verso e Alberto Molinari, e in una parte minore ricordo anche Riccardo Rossi.
La pièce teatrale è stata scritta e diretta da Umberto Marino (si, quello di Italia-Germania 4-3), grande sceneggiatore e appassionato di musica, mentre la “versione film” è stata diretta da Andrea Barzini (si, sempre quello di Italia-Germania 4-3).
Non credo che all’epoca il Film avesse incontrato critiche molto favorevoli, e nemmeno troppo pubblico, sta di fatto che per me è un film generazionale, uno di quelli che contengono gran parte del fervore giovanile mettendolo in contrasto col mondo adulto che lo guarda ormai con malinconia.
E’ un film che come alcuni altri va guardato da giovani per sperare e credere, e da adulti per scaldarsi il cuore e magari tenere quella piccola fiammella sempre accesa.
Stephy

Advertisements