Tags

, , , ,

In questo periodo di estrema vitalità e allegria, in cui fatico a trovare motivi per non essere felicemente appagata dalla quotidianità (….), può capitare che la mia mente positiva si diverta ad immaginare epitaffi.
In realtà l’epitaffio, così come l’architettura cimiteriale, mi affascina da sempre.
E’ un concentrato di creatività, spesso di ironia, contribuisce a dare memoria della propria essenza a chi resta in vita, una cosa talmente personale da essere al di sopra di ogni ricordo del defunto.

Tra i miei preferiti di sempre, ci sono questi tre:

AMICI NON PIANGETE
È SOLTANTO SONNO ARRETRATO
Walter Chiari
CAVOLO, ERA QUI APPENA UN MINUTO FA
George Carlin
NON ESCLUDO IL RITORNO
Franco Califano

Ora però voglio divertirmi a creare alcune probabili epigrafi per fare bella figura e mantenere un certo stile anche in occasione della mia dipartita.
Mi capita spesso di leggere post pieni di elenchi di ogni genere….ecco dunque il mio elenco di epitaffi originali:

– Qualcuno aggiorni i miei Blog.

– Avevo chiesto di cremarmi, spero non abbiate fatto cazzate.

– Qualcuno mi avrà sulla coscienza…(scherzavo).

– Mi sto divertendo da morire.

– Ora so qualcosa che voi non sapete.

– Torno subito.

– Ho amato.

– Come si chiamava quella canzone che faceva…???

– Ora saprò tutto ciò che fate, occhio.


Probabilmente non sceglierò nessuno tra questi, ma è stato divertente lo stesso.

Stephy

 

 

Advertisements