Vogliamo parlare del fatto che il suo primo libro non l’ho finito perché il suo stile non riusciva a tenermi sufficientemente ancorata alle pagine?
Si, è così…non mi è mai piaciuto come scrittore, ma ha sempre avuto tutta la mia stima come artista multiforme, e come intellettuale sempre pronto al confronto con sé stesso e con gli altri.
Talmente dotato da essere in grado di rinnovarsi continuamente in vari campi artistici e di farlo con successo, e tutto sommato con discrezione rispetto ad altri personaggi forse troppo famosi per le reali capacità.
Dunque perdonatemi se come al solito seguo la scia dei vari elogi funebri, ma se ne va davvero una rara personalità.
RIP, Giorgio Faletti.

Stephy

Advertisements