Eccola, CREDO sia questa la mia preferita tra l’enorme tesoro d’avanguardia e genialità che ci ha lasciato.
Era sempre avanti, sempre, anche ora che potrebbe sembrare parte di un passato, è oltre, e questo pezzo meraviglioso fa parte di quello che CREDO sia il suo album più bello.
Ogni volta che penso a Lucio Battisti, ricordo sempre quelli che dividono le sue canzoni tra “Mogol e post-Mogol”, dibattendo sulla diversa qualità dei due periodi. 
Io, a 16 anni dalla sua scomparsa, mantengo intatta la convinzione che nessuno dei due parolieri sia mai stato in grado di rappresentare al meglio le sue sonorità.

 

Giusto per ricordarlo.
Stephy

Advertisements