Tags

, , , , , ,

L’uomo che inventò l’amore
sedeva ogni giorno a contemplare il vuoto.
Spogliava margherite, chiedendo se sentissero dolore.

L’uomo che inventò l’amore
sospirava al vento chiedendo una risposta.
“Perché talvolta il petto, sembra scandire le ore?”

L’uomo che inventò l’amore
cercava solo un nome da urlare.
Ed era stanco del silenzio, stanco del rumore.

L’uomo che inventò l’amore
guardava quei germogli dentro un vaso:
“Coltivare?”, pensò con stupore.

L’uomo che inventò l’amore
creava cose belle da chiamare.
Parole si, ai frutti del suo cuore.

Advertisements