Tags

, , , , ,

TEMA: LA MIA CITTA’

SVOLGIMENTO

La mia città è sul mare.
C’è la spiaggia che a volte è pulita in inverno, ma in estate le persone maleducate la sporcano e i signori che devono pulire non lo fanno bene, così ci posso andare a giocare solo quando è pulita. La mia mamma dice che è meglio così, perché domenica si è arrabbiata quando ha visto che sul castello di sabbia avevo messo quella bottiglietta di vetro rotta che avevo trovato. Io ho chiesto scusa alla mia mamma, mi sa che era meglio se prendevo il pannolino che era lì vicino.
Nella mia città ci sono tante strade. Alcune belle, altre piene di buche. Io mi diverto tanto quando ci passiamo sopra con la macchina, ma papà dice che si è stancato di portarla dal meccanico per colpa delle buche e dice anche che è colpa dei soliti ladri che mangiano i soldi invece di riparare le strade. Povero papà!! E io non capisco perché i ladri invece di rubare le macchine o i dolci, devono mangiare i soldi dei signori che poi sono anche di carta e fanno male.
Però ogni tanto vediamo dei paletti intorno alle buche, ce ne sono tantissimi, e allora mamma ride mentre fa no con la testa perché dice che in questa città si divertono a transennare senza aggiustare niente. Io non so che vuol dire transennare ma se ride anche lei allora vuol dire che è una cosa divertente.
Quando esco per andare al parco, mi piace tanto correre sul marciapiede ma devo stare attenta perché ci sono le cacche dei cani. Allora non vedo l’ora di arrivare al parco, ma anche lì a volte ci sono le cacche dei cani. Nella mia città ci sono tante cacche dei cani e su questa cosa io sono capace ad arrabbiarmi da sola, perché ieri ci ho messo il piede sopra!
L’ultima cosa che voglio dire sulla mia città, è che a scuola la maestra ci spiega come funziona la raccolta differenziata dei rifiuti, e mi piace farla a casa, ma ho capito che nessuno l’ha mai spiegata ai camion della spazzatura perché non passano mai.
Ora ho finito il tema.

Advertisements