Appena iniziata la seconda settimana 🙂

Scrivere creativo

Riparata dalla fitta siepe in cui si trovava, Sofia dovette strizzare gli occhi fino quasi a chiuderli, per riuscire a focalizzare in controluce i dettagli di quella sagoma.

Ecco, ora poteva distinguere un uomo, alto poco più di suo padre e ben più giovane, un viso quasi familiare ma Sofia non riusciva in quel momento a ricordare dove lo avesse già visto.

“Gaetano, Finalmente!” potè udire Sofia, mentre suo padre visibilmente commosso abbracciava quell’uomo a lei sconosciuto, chiamandolo per nome.

(Di Stephy)

Racconto completo su scriverecollettiva.wordpress.com

View original post

Advertisements