I Fotolavori di Stephy

2015-02-07 22.50.07_Adrian_Clean_wm

Più non si vede l’occhio lucido in cielo

è un quasi notte

un quasi temporale e tempesta;

pur vicini

ti trema l’orizzonte del labbro.

Ed ecco il lampo, i dodici cavalli d’oceano

ecco la scura

la verga della pioggia sul molo

in petto il canto

quell’orazione delle fanciulle viste a Tebe.

Ed ecco il rombo, l’esercito di nuvole e sabbia

ascolta, arriva.

Arriva come il viso tuo fragile e stupito

come la voce fatta di foglia

a urlarmi, t’amo.

(Massimo Botturi)

Foto mia

Parole di Massimo

View original post

Advertisements