Questa volta abbiamo invertito i fattori…ma il risultato non cambia.
Grazie Massimo.

massimobotturi

LE PAROLE

Per sostenerle a terra dal vento le puntavo.
Avevo una finestra davanti
metti luce! Diceva sempre mamma;
lei che sapeva scrivere a malapena il nome.
Mettiti in fronte alla luce e stai pulito
la schiena come fosse una spada.
Dopo usciva
non la vedevo per molte ore.
E le parole
pareva mi prendessero il triste tra le dita.
E allora aprivo i vetri,
per farle svolazzare,
nella mia fantasia erano uccelli
scesi a bere.

Frutto della collaborazione con Stephy, questa volta capovolgimento di fronte. Su un testo precedentemente scritto, la sua bellissima elaborazione in immagine.

https://ifotolavoridistephy.wordpress.com/

Spero vorrai perdonare la mia scarsa padronanza con la tecnologia (impaginazione, link e tutto il resto non sono il mio forte)

View original post

Advertisements