Tags

, , ,

È il vuoto che riempie gli spazi, pieni,
fino a saturarne l’aria che pare vera.
I respiri, che vorresti aneliti
e parole, che bramano l’ascolto.
Sono i gesti di un tempo non mio,
momenti del senno d’ ora
piegati al vento del poi.
Di notte è il pensiero che vorrebbe urlare,
soccombe invece, sotto un mare di speranze e promesse
ad aiutare il sonno, non me.

Advertisements