Tags

, , ,

Ho le stesse rughe di ieri,
risveglio di incertezze e segni
d’un tempo immutato a mezzanotte.
Ho lo stesso pensiero in corsa notturna,
lo sguardo nel vuoto buio
dritto negli occhi del pubblico d’ ombre.
Ho i sogni delle passate dècadi,
paure e voglie senza età
in veste nuova, gonna al ginocchio.
Ho accanto il viso di mio figlio,
un giorno in più nella bellezza
un giorno in più nell’amore.
Ho la stessa fame di carezze,
di parole a prezzo pieno
in preziose edizioni limitate.
Ho le stesse mancanze,
le incolmate distanze di sempre.
E cammino guardando davanti a me,
spalle ancora indecise,
mani nelle tasche troppo grandi
a frugare con le dita,
tra briciole di pane e un complimento vecchio di due giorni.

Advertisements