Tags

, ,

Posso amare tutti, tranne quelli che hanno la “A” come seconda lettera del loro nome e non ne sono sicura ma credo possa dipendere da allergia fonetica.
Riesco a dormire solo se tiro verso di me l’angolo in alto a sinistra del lenzuolo, ovviamente considerando come prospettiva la vista di spalle allo specchio grande.
Ah, lo specchio grande è montato esattamente al centro della parete di fronte al letto, a sua volta centrato rispetto alla parete cui è appoggiato. E mi piace pensare che tutto faccia parte di un centraggio preciso, volto a non minare l’equilibrio universale.
Amo il giallo nella tonalità canarino, ma solo di quello appartenente alla signora Carla del secondo piano.
Il canarino della signora Carla cinguetta in diesis, me ne sono accorta quella mattina in cui mi sono svegliata infastidita dal sole che entrava nel terzo buco dall’alto a sinistra, della serranda. Inizialmente credevo fosse un effetto del fastidioso risveglio, ma al terzo cinguettio ho colto benissimo il diesis.
Ho comunicato la scoperta alla signora Carla, la quale non si è meravigliata più di tanto, ma non mi sorprende data la sua scarsa attitudine all’empatia, caratteristica più volte riscontrata in chi ha gli angoli esterni degli occhi rivolti verso il basso e una chiara sfumatura grigio topo all’attaccatura dei capelli.
Mi piace scrivere dopo pranzo, in piena fase digestiva, e riscontro spesso guizzi di creatività al secondo rutto. Dopo cena il risultato non è altrettanto soddisfacente.
Mi viene sonno tre volte al giorno. In quelle volte cerco di sbattere le palpebre due volte consecutivamente per svegliarmi.
Ho l’abitudine di guardare un film la sera facendomi massaggiare l’alluce destro mentre scorrono i titoli di coda.
Tutto è migliore, quando ti massaggiano l’alluce destro.

Advertisements