Tags

, , , , ,

Alcuni bloggers sono per me come il tizio che ogni mattina si affaccia al balcone di fronte.
Stesso orario, stesso stropicciato abbigliamento, stesso sguardo di chi rimpiange il letto.
Lui fuma, io no
Lui si affaccia in mutande pure d’inverno, io d’inverno ho dei pigiami che farebbero impallidire Drugo ed evaporare all’istante le gocce di Chanel n.5.
Ci riconosciamo, il tizio e io, attendiamo la certezza dei reciproci sbadigli, poi lui si gratta le palle, io no.
Rientriamo nelle rispettive case infine, con la consapevolezza che la mattina successiva saremo di nuovo lì a scambiarci un rapido cenno di rassegnazione.
Ecco, quando qualcuno di voi, cerchia dei soliti noti, mi sparisce per un po’ di tempo, ho lo stesso interrogativo pensiero che mi assale quando non vedo il tizio per due giorni di seguito.
Che gli sarà successo? Non ho risposte.
Poi d’improvviso si riaffaccia e di nuovo torna il mio punto fermo.
Dunque, caro ristretto gruppo di assidui, non vedrete mai il mio pigiama verde col teschio grigio, ma sapervi dirimpettai di palazzo virtuale, mi rende più facile affacciarmi.
Grazie

.

Stephy

Advertisements