Tags

, , , ,

Come l’onda del gin
agitata nel buio sottovetro, secco il polso,
sbattuta contro la vita
al ritmo dei cori in catene,
della sete di libertà,
dei passi veloci in fuga.
Come l’onda del gin,
le labbra bagnate da musica e marea,
passioni e abissi
cantati dal cuore ai cuori,
echi potenti e suadenti
impastati di ricordi.

Advertisements