Tags

, , , , , ,

Qualche giorno fa ho lanciato un appello su Facebook, chiedendo se qualcuno nella mia zona avesse mai notato dei quadri dipinti – probabilmente con spray – e lasciati nei luoghi di maggior degrado e trascuratezza del quartiere.
Nessuno tra i miei contatti ha saputo fornirmi notizie in merito, anzi, incuriositi mi hanno suggerito di scattare foto e pubblicarle.
Mi chiedo allora se io sia stata l’unica ad accorgermi di questa cosa, a cui ho iniziato a far caso da un circa un mese, scorgendo dall’auto il primo quadro nei pressi di un fatiscente complesso popolare. Era appeso su una grata che separa le case dalla strada, e non ci avrei mai ripensato se qualche giorno dopo non avessi visto un altro quadro nello stesso stile, sulla recinzione di un piccolo e trascurato parco.
L’ultimo l’ho visto qualche giorno fa poggiato sul muretto di un ex Ufficio Tecnico ormai dismesso e in ristrutturazione perenne.
E’ proprio da quest’ultimo che oggi ho iniziato il mio surreale “tour fotografico” alla ricerca degli altri dipinti visti in precedenza e di nuovi eventuali, per capire prima di tutto se fossero dello stesso artista e poi perché non vi nascondo che da un po’ questa vicenda ha risvegliato la curiosità estrema che mi caratterizza.
Mi piacerebbe capire la reale motivazione di questi “Art Attacks”, che per ora sembrano una voglia di colorare il grigiume e le brutture che ci circondano.
Purtroppo io sono riuscita a fotografarne solo due, perché il mio ben precario senso dell’orientamento mi ha fatto dimenticare i punti degli altri due avvistamenti, ma una cosa l’ho scoperta: l’artista si firma LIROI (o forse LIROY).
Le altre foto sono spontanei contributi di amici e amiche che hanno casualmente scovato e immortalato altre sue opere.

Dunque caro LIROI (o LIROY), spero che prima o poi tu possa risolvere
questo enigma del tutto personale.
Io ti ringrazio di avermi fatto appassionare a quello che sembra un gesto poetico e voluto, a meno che tu non abbia smarrito qualche quadro senza rendertene conto.
Non critico i tuoi disegni, non mi importa del tuo stile, ma ti prego continua a lasciare tracce d’arte e soprattutto di colore perché credimi, ce n’è davvero bisogno.

Una tua concittadina
Stephy

PS: Ribloggherò e aggiornerò la galleria fotografica ogni volta che ci  saranno nuovi avvistamenti.

ECCO LE OPERE FOTOGRAFATE:

 

 

Advertisements