Tags

, , , ,

Occhi fissi, sullo specchio.
Occhi persi, nel passato.
Contavano a mente le rughe dell’amore,
dei tradimenti,
della pazienza e delle parole troppo spese.
Erano i segni che il tempo non cancella,
che conservano memorie di bellezza.
Guardavano i seni svuotati dalla vita,
raccolti dalle mani di tanti,
nessuno come lui.
Esploravano delicatamente le pieghe a margine dei sorrisi,
sorrisi spesso al margine.
Ne cullavano l’eco.
Pettinavano i figli lontani,
aspettavano quelli vicini.
Rimboccavano ogni sera le coperte alla vita
e abbracciati cercavano nel buio,
ciascuno il proprio abbraccio.

Advertisements