Tags

, , , ,

Immagine

Perdonatemi se potete.
Vi ho sciupati,
tagliati,
tirati,
bruciati,
colorati.
Ricordate quando l’estate diventavate biondi senza aiuto?
E quelle timide prime tinte sulle punte?
Non avrei mai pensato di lasciarmi prendere così la mano.
Ho infierito sadicamente su di voi, con una vasta gamma di colori, senza chiedervi se vi piacesse,
vi ho usati come cavie per i miei esperimenti
vittime di sbalzi d’umore.
Prima eravate lunghissimi,
poi siete diventati cortissimi
tagliati prima che vi arricciaste,
adesso siete quella riccia via di mezzo che sta bene ad una faccia ormai tonda.
Ecco,
vi ho ridotti a mera cornice di guanciotte troppo piene.
Vi guardo allo specchio e mi chiedo come stareste oggi col vostro castano naturale,
che forse è ora di ridarvi aria e libertà,
poi penso che a trentanove anni, i primi bianchi di voi saranno aumentati
e torno di corsa al mio egoismo tinto d’henné mogano.

Advertisements